Come affrontare ed alleviare il sintomo delle vampate di calore in menopausa

Quello delle vampate di calore è il sintomo più tipico della menopausa. Colpisce in misura minore o maggiore tutte noi donne, fin dalla pre-menopausa e si prolunga per mesi, in alcuni casi addirittura per anni.
Si tratta di un disturbo della termoregolazione, dovuto ai cambiamenti ormonali tipici della menopausa e ad un aumento della sensibilità del sistema di controllo della temperatura corporea.
In sé non è niente di grave, ma sappiamo bene quanto disagio possa portare. Sia per l’influenza che può avere sulla qualità del sonno, che nelle relazioni sociali quotidiane.
Durante il sonno, normalmente, la temperatura corporea si abbassa. La vampata da menopausa ne provoca invece un improvviso innalzamento e il sonno, di conseguenza, si fa intermittente. Questo a lungo andare può essere causa di disturbi più pesanti, anche a causa del forte impatto che la qualità del sonno ha sulla nostra vita.
E durante la giornata, al lavoro per esempio, sappiamo bene quale disagio può creare sentirsi avvampare sotto lo sguardo di colleghi e amici.

Rimedi per i sintomi della menopausa

Esisto parecchi rimedi efficaci e sicuri contro questo disturbo, terapie che possono essere personalizzati per soddisfare tutte le necessità della donna mantenendo un alto profilo di sicurezza: ormoni bioidentici, fitoterapici (discorea, salvia). Non ultima e da non scartare a priori è la terapia ormonale sostitutiva, che naturalmente deve essere prescritta dal ginecologo solo in assenza di controindicazioni e su richiesta della donna.
Ma non dobbiamo dimenticare che questo disturbo, così come l’età della menopausa in particolare (e in generale tutte le fasi della nostra vita!) può essere affrontato positivamente e beneficiare degli effetti di uno stile di vita sano e armonioso.

Menopausa e stile di vita

In presenza di disturbi del sonno, per esempio, sono da evitarsi assolutamente gli alcolici ed è bene limitare il consumo di grassi ed il caffè. Sarebbe preferibile consumare una cena molto leggera a base di cibi freschi, come verdure e pesce.
Altro elemento fondamentale: l’attenzione per una corretta alimentazione non dovrebbe essere disgiunta da una mente placata. Dovremmo imparare a volerci bene ed accettare questa fase di passaggio, che non rappresenta niente di grave e fa parte del naturale corso della vita. Troviamo una connotazione positiva a questo calore, anzichè considerarlo un sintomo di decadenza. Nello yoga, per esempio, esiste una tecnica di respirazione che serve proprio a rinfrescare il corpo.
Ancora una volta mente e corpo non sono disgiunti ma, come ci insegna la psiconeuroendocrinoimmunologia, i fattori psicologici influenzano tutte le funzioni del nostro organismo.